La dolce energia Reiki

Reiki 

 

Per capire bene cos’è Reiki devo per prima cosa spiegarti la scritta, l’ideogramma.

La parola Reiki è di origine giapponese ed è composta da due sillabe: Rei e Ki.

 

La prima – Rei – significa “qualcosa di misterioso, miracoloso e sacro”. Essa sta ad indicare l’Energia primordiale (Divina); è quell’energia che esisteva ancor prima della creazione dell’universo, il principio divino dal quale è scaturito il Big Bang e che ha portato alla creazione dell’universo in tutte le sue manifestazioni (Ki).

 

La seconda – Ki – significa “atmosfera” o “qualcosa che non si vede” o anche “l’energia dell’universo”. Tale termine indica l’Energia Vitale Universale intrinseca ad ogni essere e/o cosa. Il Ki permette ad ogni cosa di esistere e agli esseri viventi di vivere; è l’energia che regola il funzionamento stesso dell’Universo. 

 

A cosa serve il Reiki

 

Il Reiki è un Metodo di Risveglio dello Spirito, Crescita Personale e sistema di Autoguarigione riscoperto grazie ad un intensa esperienza meditativa e di illuminazione da Mikao Usui

Il Maestro Mikao Usui usava insegnare ai suoi allievi che lo scopo del Reiki è il raggiungimento dell’assoluta pace interiore o l’illuminazione 

 

In Occidente, il Reiki si è principalmente diffuso come terapia energetica.

Dal punto di vista spirituale la malattia è causata da uno squilibrio tra corpo, mente e anima ed energeticamente dal non più corretto fluire dell’energia universale all’interno della nostra struttura energetica. Attraverso il Reiki, nella parte relativa al trattamento, adiamo ad imporre le mani e a trasferire l’energia universale su noi stessi o sulle altre persone: questo aiuterà a ristabilire il corretto fluire dell’energia universale e andrà a stimolare la capacita del corpo di rigenerarsi e ritrovare quell’equilibrio originario sia dal punto di vista energetico che biochimico.

 

La pratica del Reiki è basata sul riequilibrio e sullo sblocco delle energie. Secondo il Reiki esiste un’energia vitale invisibile che scorre dentro di noi e che ci permette di vivere.

Se questa energia, o forza vitale, è bassa ci sentiamo stanchi e potremmo stressarci o ammalarci più facilmente. Se invece la nostra energia vitale è alta, ci sentiamo felici e in salute, pieni di voglia di fare.

Un trattamento di Reiki si occupa di tutta la persona nel suo complesso, non soltanto del suo corpo, ma anche delle sue emozioni, del suo spirito e della sua mente.

I benefici principali di un trattamento di Reiki sono la sensazione di rilassamento, pace e benessere che si provano durante e al termine della seduta. Il Reiki è considerato una pratica per la guarigione spirituale e per il miglioramento spirituale che può essere utile a tutti.

La pratica del Reiki è ormai molto nota in Occidente oltre che in Oriente e viene utilizzata in collaborazione con le tecniche mediche convenzionali e con altre pratiche alternative per garantire il miglioramento del benessere dell’individuo e per promuovere la guarigione.

 

Benefici Principali del Reiki

  • sollecita l'autoguarigione naturale
  • riequilibra la circolazione energetica in tutto il corpo
  • rigenera i tessuti
  • avvia processi di disintossicazione per l'eliminazione delle tossine
  • induce un profondo stato di rilassamento
  • si adegua alle necessità naturali del soggetto
  • è compatibile con altri metodi di guarigione
  • lavora su tutti i livelli: fisico,mentale,emozionale,spirituale
  • un terapista reiki non rischia di ricevere negatività dagli altri né di trasferire le sue
  • non è un sistema di credenza, non è una religione
  • può essere un aiuto affiancato ad altre terapie
  • si dice del reiki che per essere compreso deve essere provato più che spiegato